Giramolfetta
 MOLFETTA - lunedì 6 luglio 2020 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
Museo Diocesano

Museo
PIAZZETTA GIUSEPPE MARIA GIOVENE 

Il Museo Diocesano di Molfetta
Il Museo è allestito all'interno degli eleganti ambienti dell'attuale Seminario Vescovile già collegio molfettese della Compagnia di Gesù, edificato a partire dal 1610.
Furono, infatti, i Gesuiti ad avviare una importante attività culturale nella cittadina adriatica, indirizzando le prime fabbriche della loro residenza a pubblico collegio per lo studio oltre che delle scienze teologiche anche delle discipline umanistiche e scientifiche.
Destinare oggi una parte della struttura architettonica (il corpo di fabbrica di ponente) ad attività museale e culturale, costituisce un'occasione unica per il recupero del ruolo sociale che l'istituto ha sempre svolto nei riguardi della città.
Il percorso museale si sviluppa a partire dalla sezione archeologica, che raccoglie materiale di età neolitica e preromana in buona parte provenienti dall'insediamento preistorico del Pulo di Molfetta, dolina carsica di grande interesse. Segue la galleria dei paramenti liturgici che rivelano l'evolversi della manifattura tessile dal XVII alla fine del XIX secolo; il lapidarium, che custodisce i frammenti erratici provenienti dall'antico Duomo, espressione della splendida stagione del romanico pugliese e dall'arredo urbano; due sale della statuaria che ospitano le antiche statue della Settimana Santa molfettese ed una raccolta di busti reliquiari del Seicento.
Al primo piano s'impone la monumentale Biblioteca del Seminario Vescovile che custodisce nelle sue elganti scaffallature circa 47 mila volumi, tra manoscritti, incunaboli, cinquecentine ed alcuni testi a stampa risalenti al Seicento e Settecento. La sala risulta impreziosita dalle decorazioni a tempera della volta, realizzate sul finire del XIX secolo, opera dell’artista molfettese Michele Romano.
A completare il percorso è la Pinacoteca nella quale sono esposte opere comprese tra il XVI sec. ed i giorni nostri. Il percorso parte dall'antica pala d'altare attribuita al Cardisco e si dipana tra le influenze napoletane alla produzione artistica locale, con particolare riferimento alla lezione caravaggesca, rappresentata da artisti raffinatissimi quali Bernardo Cavallino, per giungere alle opere dell'autorevole e grandioso esponente del barocco internazionale, Corrado Giaquinto. Oltre alcune opere giovanili è documentato il seguito di tale scuola con opere di allievi riconducibili alla bottega giaquintesca. Sempre al secondo piano è situata la Sala del Tesoro che raccoglie arredi sacri provenienti dal Capitolo Cattedrale.
L'ultima sezione, dedicata all'arte contemporanea, raccoglie opere di artisti locali e nazionali.


<< INDIETRO

 
INFO
Museo Diocesano
Telefono
348 411 36 99
E-mail
info@museodiocesanomolfetta.it
Sito web
www.museodiocesanomolfetta.it
POSIZIONE
CENNI STORICI
PIAZZETTA GIUSEPPE MARIA GIOVENE
GIOVENE GIUSEPPE MARIA

Enciclopedico. Molfetta, 23. 1. 1753 – ivi, 2. 1. 1837. Studiò legge a Napoli, dove fu amico di Giuseppe Saverio Poli, che lo indirizzò agli studi naturalistici. Rientrato a Molfetta, nel 1816, insegnò scienze naturali nel locale seminario dove istituì un museo di storia naturale, riunendo i numerosi reperti archeologici che aveva rinvenuto nella dolina carsica del Pulo, oltre ad un gabinetto di fisica che fornì di strumenti di ottica e di elettricità. Il nome Giuseppe Maria Giovene è da sempre associato alla storia del Pulo, nel quale scoprì la formazione del nitro, con il quale si produceva polvere da sparo. Osservando i fenomeni naturali e meteorologici, applicò la meteorologia all’agronomia ed approfondì gli studi per far progredire la coltura dell’olivo e della vite. Nel 1806 fu nominato Vicario Apostolico della diocesi di Lecce da Pio VII e per le sue qualità, Sovraintendente agli studi della provincia di Lecce e della Basilicata. Nel 1810 primo presidente dell’Accademia Agraria di Lecce. PIAZZETTA GIUSEPPE MARIA GIOVENE ENCICLOPEDICO 1753 – 1837: delimitata da Piazza Giuseppe Garibaldi.
Capitoli
La Storia
Il Centro Storico
I Palazzi
Visita della città
Chiese e Parrocchie
Araldica
I Seminari
I Conventi
L'Ospedale dei Crociati
Le Tradizioni Quaresimali
e le Processioni della Settimana Santa
Le Consuetudini, le Tradizioni, le Usanze, il Folklore
Le Confraternite
Il Patrono della Città
Il Pulo
Le Torri, i Casali, il Territorio
Uomini Illustri
Le Biblioteche
I Musei
Le Associazioni
Riviste Cittadine
Lo Sport a Molfetta
Bari e la sua provincia