Giramolfetta
 MOLFETTA - venerdì 10 luglio 2020 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
 
12^ puntata - ''Regola n° 4: equipaggiamento dei calciatori''

12^ puntata - ''Regola n° 4: equipaggiamento dei calciatori''


Riprendendo il Nostro periodico incontro, oggi ci occuperemo delle note salienti della regola n. 4 : l’equipaggiamento dei calciatori.
La necessità di regolamentare l’equipaggiamento dei calciatori risponde a diverse esigenze:
1) La necessità di rendere facilmente individuabili i componenti le due squadre;
2) Garantire l’incolumità e la sicurezza dei calciatori;
3) La necessità di facilitare il compito dell’Arbitro nell’esatta individuazione del fatto falloso ed il suo autore.
L’equipaggiamento è costituito da :
1) Maglia con maniche;
2) Calzoncini;
3) Calzettoni;
4) Parastinchi;
5) Scarpe.
Ognuno di questi elementi è regolamentato.
Quanto alle maglie va sottolineato che il portiere deve avere una maglia di colore diversa da quella dei Suoi compagni perchè solo a Lui è consentito, nella sua area di rigore, di giocare con le mani. La diversità di colore faciliterà il compito all’Arbitro. Nel caso che i due portieri abbiano magliette dello stesso colore, nell’impossibilità di una sostituzione, l’Arbitro darà regolarmente inizio alla gara.
Particolare attenzione si deve avere se i calciatori delle due squadre indossano calzettoni di colori diversi al fine di consentire all’Arbitro la corretta rilevazione del fatto “falloso” commesso con le gambe o i piedi.
In relazione alla sicurezza e alla incolumità dei calciatori si comprende la motivazione del divieto di indossare accessori quali, monili o gioielli.
Nel caso si disattenda alla norma, l’Arbitro deve invitare il calciatore ad uscire dal terreno di gioco e dopo aver provveduto alla bisogna, chiedere l’autorizzazione a riprendere il gioco, che avverrà dopo controllo dell’Arbitro.
Anche l’Arbitro deve tener conto del colore della Sua maglietta ed evitare che possano sorgere confusioni con quelle dei calciatori.
Quantunque la regolamentazione appaia molto semplice, richiede da parte dell’Arbitro molta attenzione perchè il mancato rispetto di questa può provocare delle conseguenze spiacevoli la più grave può essere il ferimento di un calciatore colpito “accidentalmente” da una mano ingioiellata di un avversario.
Per l’Arbitro tutte le regole devono essere “assimilate” nello stesso modo, frutto di uno studio serio e motivato perchè, contrariamente alla credenza popolare non esistono gradualità di importanza da una regola e l’altra. Spesso si utilizza la parola “coraggio” per indicare la qualità necessaria per prendere una decisione definita “qualificante” per esempio un calcio di rigore.
A mio modesto parere il coraggio è necessario per affrontare un pericolo improvviso, per cui si chiede audacia, ardimento , valore.
Ben diversa è la forza morale che deve sostenere un “giusta” decisione. Forza morale che è frutto della conoscenza che origina dalla consapevolezza di aver preso la giusta decisione. In questo caso il termine “coraggio” rappresenta la coscienza di essere “giusto”.
Proprio perchè originato dall’elaborazione concettuale e dalla assimilazione di quanto appreso (storia, letteratura, o regolamento del gioco calcio) il proprio “io” subisce inevitabilmente una decisa influenza, ciò spiega il motivo per cui non sempre si riscuote condivisione perchè altre sono le conoscenze e sensibilità. Questa diversità nei processi di assimilazione fanno degli uomini “individui” “unici” o se preferite “originali” cioè non ripetibili.
Credo che quanto sostenuto rende arduo se non impossibile pretendere nel campo arbitrale la famosa “uniformità”. Ciò si rende possibile su eventuali casi che si prestano allo schematismo, ed in questo l’A.I.A. (Associazione Italiana Arbitri) è impegnata per avere almeno in questi casi una adeguata uniformità.
Solo con lo stesso impegno nel processo di assimilazione, per nella diversità umana, si potrà ottenere quantomeno uniformità di comportamenti. Comunque su questi temi potremo successivamente approfondirli occupandoci dei fatti fallosi e le loro dinamiche.


11/05/2013
L'arbitro e il mondo del calcio a cura del prof. Mauro Minervini
04/10/2014
Nuova stagione agonistica 2014/2015
07/08/2014
INCONTRO CONVIVIALE PER FESTEGGIARE LA CONCLUSIONE DELLA STAGIONE SPORTIVA 2013/2014
24/06/2014
NICOLA DI RAFFAELE
04/04/2014
UNA SERATA FELICE
01/04/2014
LA SEZIONE AIA MOLFETTA RICORDA IL COLLEGA MAURO ZAZA
06/03/2014
ASPETTO DISCIPLINARE
17/02/2014
APPLICAZIONE DELLE REGOLE DI GIOCO
04/02/2014
27^ puntata - ''RAPPORTO DI GARA DELL’OSSERVATORE ARBITRALE''
26/01/2014
26^ puntata - ''RELAZIONE DELL’OSSERVATORE ARBITRALE''
14/01/2014
25^ puntata - ''L’osservatore arbitrale''
24/12/2013
24^ puntata - ''IL RAPPORTO DI GARA''
07/12/2013
23^ puntata - ''La protezione del calciatore contuso''
04/12/2013
22^ puntata - ''Come comunica l’Arbitro le Sue decisioni?''
22/11/2013
21^ puntata - ''Vantaggio''
16/11/2013
20^ puntata - ''Discrezionalità dell’arbitro - parte 2''
03/11/2013
19^ puntata - ''Discrezionalità dell’arbitro''
27/10/2013
18^ puntata - ''Regola 5 punto 5''
20/10/2013
17^ puntata - ''Ripresa attività tecnica''
08/10/2013
16^ puntata - ''Valutazioni di carattere generale sul rispetto delle regole nell'attività arbitrale''
29/07/2013
15^ puntata - ''Regola n°5: Poteri e doveri dell'arbitro - 2^ parte''
11/06/2013
14^ puntata - ''Regola n°5: Poteri e doveri dell'arbitro''
27/05/2013
13^ puntata: ''Codice etico e di comportamento dell'Associazione Italiana Arbitri''
11/05/2013
12^ puntata - ''Regola n° 4: equipaggiamento dei calciatori''
23/04/2013
11^ puntata - ''Regola n° 3: numero dei calciatori''
08/04/2013
10^ puntata - ''regola n. 2: IL PALLONE''
25/03/2013
9^ puntata - Franco Altomare
11/03/2013
8° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il terreno di gioco, parte 3''
26/02/2013
7° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Esordio di Eugenio Abbattista in Serie A''
19/02/2013
6° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il terreno di gioco, parte 2''
03/02/2013
5° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il terreno di gioco''
21/01/2013
4° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Le basi per un'ottima direzione arbitrale''
05/01/2013
3° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il ruolo attivo dell'arbitro''
26/12/2012
2° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini
13/12/2012
1° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini