Giramolfetta
 MOLFETTA - lunedì 6 luglio 2020 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
 
17^ puntata - ''Cantiere invisibile: il wifi salva dalla trappola''

17^ puntata - ''Cantiere invisibile: il wifi salva dalla trappola''


Cantiere invisibile: il wifi salva dalla trappola
E’ tra i nuovi sistemi proposti da Volkswagen, anche sulle auto medie. Insieme alla frenata automatica nelle retro «cieche»


WOLFSBURG (Germania) - L’auto che viaggia da sola è già una realtà. Funziona senza alcun problema anche se in contesti limitati. Il problema è piuttosto normativo: di chi è la colpa in caso d’incidente? Guidatore oppure costruttore dell’auto? Difficile da risolvere in tempi brevi. Nel frattempo parte delle sue funzioni saranno sfruttate per semplificare e rendere più sicura la vita di tutti i giorni. E’ questo l’approccio seguito da Volkswagen all’interno della sua strategia (Mercedes, Nissan e Volvo ne hanno di simili) «Vision Zero», obiettivo zero incidenti.
IN CASO DI MALORE - Nella lunga serie di dispositivi presentati da Volkswagen all’interno della pista del centro di ricerche di Wolfsburg, aperta per la prima volta alla stampa, i sistemi automatici più interessanti riguardano proprio la sicurezza. A partire dall’Emergency Assist. In caso di malore o colpo di sonno di chi è al volante, l’elettronica prende il controllo della situazione: allerta il guidatore con un segnale acustico, in caso di nessuna risposta rallenta la vettura e accende le luci di emergenza per avvertire le auto che seguono, se chi è al volante continua a non reagire, l’auto frena completamente.
LA TRAPPOLA CANTIERE - Grazie al wifi (rete dedicata) è possibile connettere l’auto all’infrastruttura Car2X: in caso di lavori stradali non visibili (nascosti da costruzioni o da vegetazione, dietro una curva…) chi è al volante viene avvertito del pericolo circa 300 metri prima in modo da adeguare la velocità in tempo. Utile in città il sistema di frenata di emergenza City: il dispositivo, tramite camera e sensori radar, individua la presenza di pedoni o ciclisti ai lati della strada, ne valuta la direzione rispetto al veicolo e, nel caso di eventuale rischio d’impatto, allerta il sistema frenante in modo da garantire un’azione più rapida e immediata. Per dare un’idea: la diminuzione dello spazio frenante a 30 km/h (funziona fino a 65 orari) è di 1,3 metri, fondamentale per ridurre al minimo gli effetti di una collisione con pedoni o ciclisti.
FRENATA AUTOMATICA IN RETRO - Interessante anche lo sviluppo del Lane Assist che aiuta a mantenere la traiettoria nei restringimenti di carreggiata per lavori, soprattutto se si è costretti a superare un mezzo pesante con poco spazio laterale a disposizione. Ci sono poi i sistemi in grado di rendere più facile la vita quotidiana e in particolare nel parcheggio. Dopo le manovre automatiche con sosta parallela al marciapiede ora arriva il Park Assist 3.0: l’auto parcheggia da sola anche nei parcheggi a «pettine», cioè perpendicolari alla strada. Il sistema è integrato dalla funzione di frenata automatica in caso di uscita in retromarcia con eventuale presenza di un ostacolo o di un altro veicolo nella parte posteriore della vettura. In caso poi di parcheggio con spazio ridotto e impossibilità di aprire le portiere (molto frequente in città) è possibile effettuare la manovra con un app del proprio smartphone dall’esterno: si attiva la funzione retromarcia (o marcia in avanti a seconda dei casi), lo sterzo si sblocca si disinserisce il freno a mano, si avvia il motore si innesta la retromarcia e l’auto inizia a uscire da sola fino a quando è possibile accedere a bordo. In presenza di ostacoli sulla traiettoria la manovra viene interrotta automaticamente.
SICUREZZA PER TUTTI - La parola chiave di Volkswagen è «democratizzazione», cioè rendere questi (e altri) dispositivi accessibili anche su auto medie come la Golf. Sfruttando in parte sensori, camere e sistemi già adottati oggi sulla berlina tedesca, una Golf accessoriata di tutto quello raccontato «potrebbe costare solo un 10% in più dell’attuale», hanno spiegato gli ingegneri tedeschi.
Di Alessandro Marchetti Tricamo
Fonte: Corriere della Sera


30/08/2013
Sicurezza automobilistica a cura del Centro Revisioni Auto Giuseppe Scardigno
20/09/2013
19^ puntata - ''Ibridi Bolidi''
10/09/2013
18^ puntata - ''L'auto che guida da sola? «Troppi problemi di sicurezza»''
30/08/2013
17^ puntata - ''Cantiere invisibile: il wifi salva dalla trappola''
20/08/2013
16^ puntata - ''Toyota Yaris R: l'altra faccia dell'ibrido''
08/08/2013
15^ puntata - ''Così le auto elettriche costeranno meno''
22/07/2013
14^ puntata - ''Mercato auto come vent’anni fa. Fiat, vendite in calo dell’11%''
03/07/2013
13^ puntata - ''Mercato auto in caduta da 39 mesi''
18/06/2013
12^ puntata - ''Auto, la carica contro la crisi''
24/05/2013
11^ puntata - ''Revisioni sicure, è la volta buona? - 3^ parte''
10/05/2013
10^ puntata: ''Auto e Tecnologia al volante Così cambierà il viaggio - 2^parte''
23/04/2013
9^ puntata: ''Auto e Tecnologia al volante Così cambierà il viaggio - 1^parte''
06/04/2013
8^ puntata - ''REVISIONI SICURE, È LA VOLTA BUONA? - 2^ parte''
16/03/2013
7° app. con la rubrica a cura del Centro Revisioni Auto Scardigno: ''Revisioni sicure, è la volta buona? - 1^ parte''
21/02/2013
6° app. con la rubrica a cura del Centro Revisioni Auto Scardigno: ''Manutenzione dei pneumatici''
06/02/2013
5° app. con la rubrica a cura del Centro Revisioni Auto Scardigno: ''Caratteristiche di sicurezza di un pneumatico''
21/01/2013
4° app. con la rubrica a cura del Centro Revisioni Auto Scardigno: ''incentivi rinviati e niente obblighi su gomme e Abs''
06/01/2013
3° app. con la rubrica a cura del Centro Revisioni Auto Scardigno: ''Come riconoscere lo pneumatico invernale''
20/12/2012
2° app. con la rubrica a cura del Centro Revisioni Auto di Giuseppe Scardigno: ''Inverno in sicurezza con pneumatici sotto controllo - le ordinanze''
24/11/2012
1° app. con la rubrica a cura del Centro Revisioni Auto di Giuseppe Scardigno: ''Inverno in sicurezza con pneumatici sotto controllo''