Giramolfetta
 MOLFETTA - venerdì 12 aprile 2024 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
 
21^ puntata - ''Vantaggio''

21^ puntata - ''Vantaggio''


Vantaggio

Come Vi avevo anticipato, oggi ci occuperemo del “vantaggio”. Questo s’inserisce in quelle interruzioni definite “dinamiche” perchè interrompono o meno (vantaggio) il gioco per motivi tecnici (fallo).
Primo chiarimento : questo è una “norma” e non una regola, in quanto non fa parte delle famose 17 regole del regolamento. Esso è previsto fra le varie “discrezionalità” dell’arbitro, infatti è inserito in una appendice della regola 5 (l’Arbitro).
In cosa consiste? A quali principi risponde? Quando si applica? Come si applica? Perchè in virtù delle modalità di attuazione si individua il processo di maturità dell’Arbitro?
Quanto alla prima domanda, se in seguito ad un fallo, l’Arbitro non interviene perchè se ciò facesse, favorirebbe la squadra che ha commesso il fallo.
Come al solito il principio fondamentale di qualsiasi attività sportiva poggia sulla “lealtà”, quindi anche nel calcio si privilegia la condotta “corretta” (quindi del calciatore e di conseguenza la squadra corretta) consentendo la prosecuzione del gioco in particolare, se ciò offre la possibilità di una eventuale realizzazione di una rete. Perciò, il principio “fondamentale” su cui poggia il “vantaggio” è quello di evitare, (per senso di giustizia) che il calciatore “scorretto” (colui che commette il “fallo”) tragga vantaggio dalla Sua scorrettezza facendo interrompere una trama efficace di gioco della squadra avversaria. Caso emblematico è il così detto “fallo tattico”.
Molto più complessa è la risposta alla domanda : quando si applica.
La risposta richiede che l’Arbitro abbia “qualità” e “competenza!. Per qualità deve intendersi la sensibilità, da parte dell’Arbitro di “percepire” con chiarezza il momento tecnico agonistico che la gara sta vivendo. In particolare se il comportamento dei calciatori è particolarmente aggressivo e se Egli ha il pieno controllo degli stessi. I miei maestri, fra i quali il compianto dott. Luigi Bellifemine, diceva : “ ragazzi, abbiate presente che il “vantaggio” è un premio che si concede ai calciatori corretti perchè stanno giocando con correttezza e lealtà”.
E’ ovvio che oltre alla sensibilità di captare il contesto “agonistico” si richiede anche competenza tecnica nel saper interpretare il momento tecnico dello sviluppo del gioco per cui lascerà proseguire il gioco quando ne intuisce lo sviluppo positivo per la squadra che ha subito l fallo. Come si può facilmente intuire detta applicazione è frutto di una individualità “umana” con un processo di formazione in divenire (ciò per tutti gli uomini che realizzano il loro processo formativo nel tempo : esperienza culturale ed umana). Ciò per sottolineare quanto assurdo sia per i presunti sportivi emettere giudizi sull’operato dell’Arbitro, in quanto il Suo operato è frutto della Sua “individualità”. Una ultima considerazione è quella che per una corretta applicazione di questa norma è opportuno intervenire con qualche secondo in ritardo per poter valutare l’opportunità o meno di applicare il “vantaggio”. Pe questo motivo i miei maestri suggerivano di portare il fischio in mano per cui nel tempo necessario per emettere il fischio si avrebbe avuto quel secondo per valutare l’opportunità o meno di applicarlo.
Quanto al come si applica, l’Arbitro indicherà la Sua decisione distendendo una o entrambe le braccia nel momento in cui rileva il fallo e decide di lasciare proseguire il gioco, è ovvio che se il fallo commesso è passibile di provvedimento disciplinare, ad azione di gioco conclusa interverrà disciplinarmente.
Ancora una volta, non mi stancherò mai di sottolinearlo, l’abitudine o se preferite l’esercizio alla valutazione di più elementi congiunti (momento agonistico, comportamento tecnico, comportamento disciplinare, ecc..) formano l’uomo arbitro alla riflessione ed alla valutazione “istantanea” per cui lo rendono capace di ben valutare le diverse circostanze che la vita presenterà Lui, ovvio in funzione del processo di maturazione realizzato.



22/11/2013
L'arbitro e il mondo del calcio a cura del prof. Mauro Minervini
04/10/2014
Nuova stagione agonistica 2014/2015
07/08/2014
INCONTRO CONVIVIALE PER FESTEGGIARE LA CONCLUSIONE DELLA STAGIONE SPORTIVA 2013/2014
24/06/2014
NICOLA DI RAFFAELE
04/04/2014
UNA SERATA FELICE
01/04/2014
LA SEZIONE AIA MOLFETTA RICORDA IL COLLEGA MAURO ZAZA
06/03/2014
ASPETTO DISCIPLINARE
17/02/2014
APPLICAZIONE DELLE REGOLE DI GIOCO
04/02/2014
27^ puntata - ''RAPPORTO DI GARA DELL’OSSERVATORE ARBITRALE''
26/01/2014
26^ puntata - ''RELAZIONE DELL’OSSERVATORE ARBITRALE''
14/01/2014
25^ puntata - ''L’osservatore arbitrale''
24/12/2013
24^ puntata - ''IL RAPPORTO DI GARA''
07/12/2013
23^ puntata - ''La protezione del calciatore contuso''
04/12/2013
22^ puntata - ''Come comunica l’Arbitro le Sue decisioni?''
22/11/2013
21^ puntata - ''Vantaggio''
16/11/2013
20^ puntata - ''Discrezionalità dell’arbitro - parte 2''
03/11/2013
19^ puntata - ''Discrezionalità dell’arbitro''
27/10/2013
18^ puntata - ''Regola 5 punto 5''
20/10/2013
17^ puntata - ''Ripresa attività tecnica''
08/10/2013
16^ puntata - ''Valutazioni di carattere generale sul rispetto delle regole nell'attività arbitrale''
29/07/2013
15^ puntata - ''Regola n°5: Poteri e doveri dell'arbitro - 2^ parte''
11/06/2013
14^ puntata - ''Regola n°5: Poteri e doveri dell'arbitro''
27/05/2013
13^ puntata: ''Codice etico e di comportamento dell'Associazione Italiana Arbitri''
11/05/2013
12^ puntata - ''Regola n° 4: equipaggiamento dei calciatori''
23/04/2013
11^ puntata - ''Regola n° 3: numero dei calciatori''
08/04/2013
10^ puntata - ''regola n. 2: IL PALLONE''
25/03/2013
9^ puntata - Franco Altomare
11/03/2013
8° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il terreno di gioco, parte 3''
26/02/2013
7° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Esordio di Eugenio Abbattista in Serie A''
19/02/2013
6° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il terreno di gioco, parte 2''
03/02/2013
5° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il terreno di gioco''
21/01/2013
4° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Le basi per un'ottima direzione arbitrale''
05/01/2013
3° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini: ''Il ruolo attivo dell'arbitro''
26/12/2012
2° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini
13/12/2012
1° app. con la rubrica ''L'arbitro e il mondo del calcio'' curata dal prof. Minervini