Giramolfetta
 MOLFETTA - venerdì 12 aprile 2024 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
 
Il cavallo nella Storia e nell’Attualità

Il cavallo nella Storia e nell’Attualità



L'inizio del rapporto tra uomo e cavallo si ha con la domesticazione delle razze primitive avvenuta intorno al 4.000 a.C. Ed intorno al 1500 a.C. l’uomo iniziò a montare a cavallo in tutte le aree dove era stato addomesticato. Infatti inizialmente veniva impiegato nel campo dell'agricoltura e in seguito fu utilizzato come mezzo di trasporto, ma il vero sviluppo dei carri trainati dai cavalli si ebbe in epoca romana grazie alla costruzione di una fitta rete stradale. Dalle carrozze della nobiltà alle diligenze pubbliche, i veicoli tirati dai cavalli furono da quel momento, per oltre 250 anni, il più importante mezzo di trasporto fino allo sviluppo delle ferrovie e dei mezzi a motore. Tanto che fino alla metà del 1900 le carrozze sono rimaste uno spettacolo normale in città e nelle campagne e tutt'oggi si possono ancora incontrare nei paesi meno industrializzati.
Il cavallo venne anche utilizzato nella guerra, probabilmente la prima vera “cavalleria” della storia, fu l’armata di Alessandro il Grande, il quale nel 326 a.C. arrivò fino in India. Dopo tale esempio, le cavallerie si svilupparono in Europa in epoca carolingia (intorno al 750 d.C.) e rivoluzionarono tutto il sistema militare, tanto che durante il Feudalesimo i cavalieri erano considerati delle figure molto importanti anche nella gerarchia sociale.
Tuttavia la grande epoca della cavalleria fu il Medioevo. Essendo scarsa e poco efficiente la fanteria, la cavalleria fu il nerbo degli eserciti feudali. Nella battaglia della cavalleria medievale i cavalieri si schieravano su una sola riga e affrontavano gli avversari al galoppo, prima combattendo con la lancia e poi con la spada, la battaglia si scomponeva così in tanti combattimenti individuali nei quali unico fattore di vittoria era l'abilità personale. Il perfezionamento, d'altronde molto lento delle armi da fuoco rese però sempre meno efficace la funzione della cavalleria. La prima guerra mondiale confermò che l'impiego dell'arma a cavallo nelle forme tradizionali non era più possibile e successivamente si accentuò presso tutti gli eserciti il processo tendente a sostituire la cavalleria montata con truppe motorizzate e corazzate, perchè la rapidità delle armi da fuoco rendeva inconcepibile ogni carica di cavalleria e i mezzi di trasporto meccanici avevano reso obsoleto ormai del tutto l'uso del cavallo come mezzo di trasporto.

Steven Spielberg,regista,sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense ha creato“War Horse”, un film del 2011 tratto dall'omonimo romanzo scritto da Michael Morpurgo nel 1982 e dall'adattamento teatrale del romanzo di Nick Stafford. Nel film si racconta la prima guerra mondiale vista attraverso gli occhi di un cavallo appartenente alla cavalleria britannica che come tutte le altre viene annientata dalle moderne tecnologie belliche che fanno la loro prima comparsa in questa guerra.
Il film segnala la definitiva scomparsa della cavalleria montata come arma combattente e l'affermazione dei mezzi blindati che avrebbero giocato un ruolo fondamentale nelle operazioni di terra nella Seconda Guerra Mondiale assieme all’aviazione nei cieli. Infatti nel film viene evidenziata l'inadeguatezza della tradizionale cavalleria, utilizzata nelle precedenti guerre, al confronto dei nuovi mezzi meccanici come le mitragliatrici, le unità di autoblindo e i carri armati medio-leggeri. Quindi il cavallo veniva impiegato specialmente per trainare pezzi d’artiglieria, quando le condizioni non erano favorevoli per le macchine, in tiri da 4 o da 8, per questo scopo venivano anche utilizzati soggetti inadatti come quelli che erano stati precedentemente addestrati per la cavalleria. Gli imponenti sforzi a cui erano soggetti gli animali ne causavano la morte per sfinimento nella quasi totalità dei casi.
Questo non fu il destino del protagonista,Joey, a cui verrà affibbiato l’appellativo di “cavallo miracoloso”, perchè riuscirà a sopravvivere fino alla fine della guerra,anche se riporterà danni irreversibili,la sua incedibile resistenza è stata fonde di speranza per i soldati che ha incontrato nel corso dei suoi cinque anni di servizio.


09/02/2014
''Cavalli ed equitazione'' a cura di La Macchia degli Esperti
16/07/2015
Applicazione della riabilitazione equestre nella patologia neuromotoria
03/04/2015
Applicazione della riabilitazione equestre nella patologia psichica
30/12/2014
La riabilitazione equestre - Indicazioni
16/12/2014
La riabilitazione equestre - Fasi del percorso riabilitativo
08/12/2014
La riabilitazione equestre - Caratteristiche
02/09/2014
La riabilitazione equestre - A cosa serve
10/08/2014
La riabilitazione equestre
14/06/2014
Contatto con l’Ambiente e Rapporto Bambino-Cavallo
04/06/2014
Caterina Minervini vince la categoria Non Pro nella 2^ tappa regionale di equitazione, specialità Reining
12/05/2014
Bambini e Cavalli
04/05/2014
BAMBINI, LA TIMIDEZZA SI VINCE A CAVALLO
26/04/2014
EQUITAZIONE: UNO SPORT A TUTTI GLI EFFETTI
10/04/2014
Equitazione per bambini
05/04/2014
Il cavallo e la sua evoluzione nel tempo
03/04/2014
I sensi e l’intelligenza del cavallo
23/03/2014
Una storia di coppia :L’uomo…e il suo “amico” cavallo.
15/03/2014
Il cavallo e la sua psicologia
01/03/2014
L’importanza del cavallo
09/02/2014
Il cavallo nella Storia e nell’Attualità
30/01/2014
9^ puntata - ''Il cavallo nelle varie letterature e nell’arte''
19/01/2014
8^ puntata - ''Il cavallo… nella vita dell'uomo''
20/12/2013
7^ puntata - ''Il CUTTING''
07/12/2013
6^ puntata - ''Il Reining''
19/11/2013
5^ puntata - ''Utilizzo dei cavalli nel lavoro dell’uomo''
10/11/2013
4^ puntata - ''Le Razze equine''
01/11/2013
3^ puntata - ''La storia del rapporto fra l’uomo e il cavallo ''
23/10/2013
2^ puntata - ''Il Cavallo e i suoi avi''
27/09/2013
1^ puntata - ''La Storia''