Giramolfetta
 MOLFETTA - domenica 25 febbraio 2024 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
 
5° appuntamento con la rubrica sul mondo Ayurvedico curata da Mariangela Salvemini: L'ayurveda e i suoi dosha (Pata, Pitta e kapha) Kapha ( elemento acqua-terra)

5° appuntamento con la rubrica sul mondo Ayurvedico curata da Mariangela Salvemini: L'ayurveda e i suoi dosha (Pata, Pitta e kapha) Kapha ( elemento acqua-terra)


L'ayurveda e i suoi dosha (Pata, Pitta e kapha) Kapha ( elemento acqua-terra)

Le scorse due puntate sono state dedicate a vata e pitta : i primi due dosha dei tre presenti in ayurveda.
Questa volta voglio precisare le caratteristiche fisiche e psichiche dell'ultimo dosha : kapha, elemento acqua e terra.
L'individuo con kapha predominante, presenta fisicamente le seguenti caratteristiche : robusto con pelle biancastra, morbida e grassa, denti forti e bianchi, occhi grandi, capelli neri, resistenti, spessi e, a volte, ricci, fianchi larghi con presenza di ritenzione idrica e cellulite, adipe in eccesso.
La persona correlata all'elemento acqua-terra, inoltre, ha : appetito moderato, digestione lenta, sonno lungo e profondo, difficoltà ad alzarsi la mattina, molta forza fisica, lenta nell'apprendere ma una volta appreso non dimentica più, buona memoria, tendenzialmente pigrona, svolge le attività con molta lentezza.
Si tratta di una persona generosa, facile al perdono, con un forte desiderio di metter su famiglia, carattere stabile, difficilmente si arrabbia, ama il risparmio.
Kapha è legato ai polmoni e, un eccesso di esso, provoca : digestione lenta, obesità, cellulite, fatica generale, astenia, depressione, pelle impura, asma, bronchiti e sinusite.
E' interessante sottolineare un aspetto che mette in relazione le stagioni e i dosha: in che modo?
Bene, pensate che i dosha possono aumentare in ognuno di noi proprio in base alle stagioni dell'anno : in estate e inizio autunno c'è un aumento di pitta, fine autunno e inverno di vata, mentre, kapha in tardo inverno e primavera.
E' importante,quindi, prestare attenzione anche ai nostri alimenti e ingerire cibi caldi quando predomina vata, freschi quando c'è un eccesso di pitta e stimolanti per riequilibrare kapha.
Nel prossimo articolo tornerò a parlarvi di ayurveda ma, per non confondervi le idee, continuerò a procedere per gradi, quindi, vi spiegherò in cosa consiste il massaggio ayurvedico vata, pitta e kapha per poi, successivamente, introdurvi nel mondo dei chakra.
Continuate a seguirmi, c'è ancora tanto da imparare!

Grazie per l’attenzione. Ciao a tutti e… alla prossima puntata.

A cura di Mariangela Salvemini – Centro Estetico Ayurvedico Shantala – Via Saverio de Simone, 5
Tel. 366 470 62 45 – www.shantalaestetica.altervista.org


31/08/2012
Shantala