Giramolfetta
 MOLFETTA - martedì 20 ottobre 2020 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
 
Il miele biologico: per il benessere delle api

Il miele biologico: per il benessere delle api




Tra le produzioni zootecniche biologiche e biodinamiche, negli ultimi anni si va diffondendo sempre di più l’apicoltura che, come indica anche il primo regolamento europeo sull’allevamento biologico, è “un’attività importante che contribuisce alla protezione dell’ambiente e alla produzione agroforestale attraverso l’azione pronuba delle api”. Infatti l’ape, oltre a essere una sentinella dell’ambiente in cui vive, ha una fondamentale funzione sociale, che è quella di contribuire all’impollinazione dei fiori e alla loro fruttificazione. Negli ultimi anni, la sopravvivenza di questo importante insetto è stata minacciata dai suoi naturali nemici (in primis la varroa, un acaro che parassitizza la covata e l’ape adulta), ma anche dallo scriteriato modo di coltivare dell’uomo. Le molecole sempre più tossiche che vengono disperse nell’aria durante la preparazione delle sementi e il trattamento delle colture provocano, infatti, grossi problemi di spopolamento all’interno degli alveari.

L’apiario
L’apiario è il luogo in cui posizionare gli alveari per la produzione di miele. Nel disciplinare biologico sono previste precise regole per una collocazione ottimale: deve essere posto in modo tale che nel raggio di tre chilometri le fonti di nettare e polline siano costituite essenzialmente da coltivazioni biologiche o di basso impatto ambientale e/o da flora spontanea. È un buon margine per tutelare la sopravvivenza dell’alveare e la salute dell’ape e le consente, inoltre, di trovare buon nettare senza allontanarsi eccessivamente dalla propria “casa”.

I trattamenti
Chi sceglie l’apicoltura biologica e biodinamica non può utilizzare molecole di sintesi per i trattamenti degli alveari. Per contrastare la varroa possono essere necessari anche più trattamenti all’anno; in apicoltura convenzionale la si combatte con diverse sostanze acaricide, come il coumaphos o il fl uvalinate; si tratta di molecole che vengono assorbite dalla cera e, di conseguenza, si trasferiscono al miele. Nel biologico e nel biodinamico, invece, si impiegano mentolo, timolo, eucaliptolo, canfora; possono essere usati anche innocui acidi inorganici (acido formico, acido lattico, acido acetico, acido ossalico) che non lasciano residui nè nella cera nè nel miele.

L’alimentazione
Il regolamento bio prevede che, alla fine della stagione produttiva, vengano lasciate negli alveari scorte di miele e polline sufficienti per superare il periodo invernale. Solo in caso di necessità (in autunno o all’inizio della primavera, se tardano le fioriture), e comunque non a ridosso dei periodi di fioritura, è possibile integrare l’alimentazione degli alveari con miele, zucchero o sciroppi di zucchero biologici.

In sintesi:
• La logica della massima produttività che impera nel mondo agricolo viene applicata anche nell’allevamento convenzionale delle api.
• Negli allevamenti convenzionali non vengono tenute in considerazione le esigenze fisiologiche degli animali, che sono più esposti alle malattie e ai disagi dovuti alla limitazione degli spazi vitali.
• L’allevamento biologico risponde alle richieste proprie di ciascuna specie: la sua attenzione
particolare alla salute degli animali favorisce, di riflesso, anche a quella delle persone.
• Legame con il territorio, benessere animale, alimentazione biologica o biodinamica sono i cardini dell’allevamento bio.

di Marcello Volanti
tratto da il terzo quaderno di Valore
Alimentare Viaggio all’origine del cibo
per un’alimentazione di qualità.


12/07/2015
''Il mondo del biologico'' a cura di Cuore bio - Terra madre
11/08/2015
Il rispetto degli animali: un presupposto fondamentale
12/07/2015
Il miele biologico: per il benessere delle api
25/06/2015
Etichette: nuove regole
08/06/2015
L’orto fai da te: come si prepara il terreno
29/05/2015
Il nostro punto di vista sul biologico
16/05/2015
Il gusto vegetale di Isola Bio
05/05/2015
La qualità risponde
28/04/2015
Fertili campagne del sud
10/04/2015
Passato, presente e futuro
01/04/2015
L’alimentazione dello sportivo in inverno
27/03/2015
Ai Chi: quando il Tai Chi si immerge nell’acqua
17/03/2015
La Terra: diritto o merce di scambio? Il Land grabbing
10/03/2015
Cooperativa Ca’ Magre: custodi della terra
03/03/2015
Biolab
20/02/2015
La qualità risponde
05/02/2015
Un nuovo anno insieme
29/01/2015
Le Terre di Ecor #perunaterrafertile
20/01/2015
La varietà dei semi
14/01/2015
La piramide alimentare
03/01/2015
Viaggio all’origine del cibo
23/12/2014
Goel: fare ciò che si dice e dire ciò che si fa
06/12/2014
La qualità risponde
28/11/2014
I formaggi di Fattoria
21/11/2014
Fattoria di Vaira - Sileno e l’arte del casaro
16/11/2014
Un legame che ci unisce
11/11/2014
L’agricoltura ha tanto da insegnarci: i segreti dell’olio extravergine di oliva
05/11/2014
Triathlon: in armonia con acqua, aria e terra
31/10/2014
A sirene spiegate?
25/10/2014
Watsu: liberare il corpo nell’acqua
20/10/2014
Libero di essere me stesso
15/10/2014
Triballat: pioniere nel biologico
27/09/2014
Caseificio Cansiglio
23/09/2014
Ma quanto mi costi?
16/09/2014
La pianta, tra cielo e terra
10/09/2014
Vincenzo, la terra e la cura
05/09/2014
Per un’estate diversa
28/08/2014
Macché equivalenza…
16/08/2014
Un biologico da favola
09/08/2014
Buon compleanno Allos: 40 anni di bio
02/08/2014
Anguria o cocomero?
28/07/2014
Ortaggi secondo natura
23/07/2014
SCAPPINI
18/07/2014
Liberi di coltivare biologico
12/07/2014
Orti d’estate
05/07/2014
Una stalla con l’anima
29/06/2014
Dalla Natura, rimedi per una pelle sempre in forma
22/06/2014
Il bio è amico delle api
09/06/2014
Alleanze per un nuovo modello agricolo - L’agricoltura salverà il mondo
02/06/2014
LA DIVERSITÀ FA L’UNIONE
27/05/2014
Per una Buona Terra
20/05/2014
CILIEGIE
13/05/2014
Formaggi e ortaggi
07/05/2014
Azienda in trasparenza: San Michele
30/04/2014
L’unione fa la forza
23/04/2014
Il profumo della terra
17/04/2014
È primavera: coloriamo i balconi
13/04/2014
Alcatraz: il paradiso bio dei comici
03/04/2014
Diceva la nonna...
26/03/2014
Isola Bio, gli specialisti del bere vegetale
18/03/2014
Buon latte per uno yogurt di qualità
10/03/2014
Per un’agricoltura libera e indipendente
04/03/2014
Dalla terra alla pentola
23/02/2014
L’ONU BOCCIA GLI OGM
14/02/2014
NOVITÀ PER IL VINO BIODINAMICO DI VAIRA
06/02/2014
''Cavoli a merenda!''
29/01/2014
21^ puntata - ''DAL LATTE AI FORMAGGI''
22/01/2014
20^ puntata - ''CASCINE ORSINE, TERRA BIODINAMICA''
16/01/2014
19^ puntata - ''Viva la terra viva''
07/01/2014
18^ puntata - ''Il cumulo: dalla teoria alla pratica''
23/12/2013
17^ puntata - ''PER UN’ AGRICOLTURA SANA E INDIPENDENTE''
11/12/2013
16^ puntata - ''La zucca''
02/12/2013
15^ puntata - ''IL POMODORO''
22/11/2013
14^ puntata - ''La sfida biodinamica della Di Vaira''
11/11/2013
13^ puntata - ''IL NOSTRO RESPIRO VITALE''
02/11/2013
12^ puntata - ''UNA VITA DA BIO SORELLE''
24/10/2013
11^ puntata - ''LA QUALITÀ RISPONDE''
26/09/2013
10^ puntata - ''Hombre, che parmigiano!''
16/09/2013
9^ puntata - ''ADERISCI AL “PATTO PER LA TERRA''
05/09/2013
8^ puntata - ''Pane amore e fantasia…''
25/08/2013
7^ puntata - ''Latte buono anche nel sapore! ''
15/08/2013
6^ puntata - ''L’impronta del nostro vivere''
06/08/2013
5^ puntata - ''In viaggio con gli alimenti ritrovati''
24/07/2013
4^ puntata - ''Ponte Reale: mozzarella di bufala campana - 2^parte''
07/07/2013
3^ puntata - ''Ponte Reale: mozzarella di bufala campana - 1^parte''
25/06/2013
2^ puntata - ''Aceto di mele''
15/06/2013
1^ puntata - ''Se mangi bio cambi il mondo''