Giramolfetta
 MOLFETTA - mercoledì 23 ottobre 2019 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
Scheda indirizzo

VIA STEFANO GUASTADISEGNO

GUASTADISEGNO Prof. STEFANO
Professore. Molfetta, 3. 1. 1949 – ivi, 8. 7. 1984. Capitano di macchina ed insegnante presso l’Istituto Tecnico Industriale di Brindisi. Presidente del locale Circolo Marittimo “C. Colombo” nonchè consigliere di circoscrizione. Conosciuto ed apprezzato anche come valente arbitro di calcio.La via è stata dedicata alla memoria del nostro concittadino distintosi per un mirabile atto di abnegazione e di altruismo che lo portò a sacrificare la propria vita.È bene ricordare l’episodio accaduto l’8 luglio 1984. Era una giornata festiva ed il prof. Stefano Guastadisegno si recò con la sua famiglia in località “Arena”, in territorio di Giovinazzo nei pressi dello stabilimento balneare “Nautilus”. Il mare era agitato e la bandiera rossa issata sconsigliavano di fare il bagno. Due ragazze di Bari, di 16 e 18 anni, si tuffarono ugualmente in acqua ed in brevissimo tempoi trascinate al largo rispettivamente a 50 e 100 metri dalla riva. Alle grida di aiuto la prima viene soccorsa da un parente presente sulla spiaggia, mentre l’altra si allontana sempre più quasi scomparendo tra le onde. Ciò venne notato dal Guastadisegno che, sprezzante del pericolo non curandosi delle implorazioni della moglie e dei suoi amici, si lanciò in mare e nuotò con forza verso la ragazza in pericolo. Dopo vari tentativi egli riuscì ad afferrare il corpo della sfortunata ed a ricondurla indietro consegnandola a metà percorso ad altri soccorritori tuffatisi nel frattempo. L’accaduto sembrò conclusosi felicemente, ma la realtà fu diversa. Il corpo del generoso salvatore era supino sull’acqua senza alcun segno di vita. La salvezza di una vita umana costò quella del protagonista nell’adempiere un gesto sublime e destò eco nell’opinione pubblica.La Civica Amministrazione, tenuto conto dell’alto senso di solidarietà umana, propose la ricompensa al valore civile “alla memoria” del prof. Guastadisegno al Ministero dell’Interno per il tramite della Prefettura di Bari.Il Presidente della Repubblica gli conferì il 10 dicembre 1987 la Medaglia d’Argento al merito che fu consegnata ai familiari nell’aprile del 1988 con una cerimonia nella Sala Pertini del Comune e con la partecipazione del Prefetto.Un fulgido esempio di generosità che si evidenzia tra gli atti di violenza ed egoismo esistenti nella vita quotidiana. VIA STEFANO GUASTADISEGNO PROFESSORE 1949 – 1984: inizia da Via Gen. Carlo Albero Dalla Chiesa e termina a fondo chiuso.

Posizione sulla mappa
E4


Civ. Titolo