Giramolfetta
 MOLFETTA - martedì 12 novembre 2019 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
Scheda indirizzo

VIA S. CORRADO

S. CORRADO di Baviera
Patrono della Città. Ravensburg, 1105 ca. – Modugno 1127 ca. Figlio di Enrico I, detto il Nero, principe di Baviera e di Wulfide Billinger. Era il figlio terzogenito dopo Guelfo, il primogenito, che morì dopo la nascita di Corrado. Il secondogenito fu Enrico VI detto il Superbo e successe al padre al principato. Corrado ebbe un quarto fratello, detto anche Guelfo e quattro sorelle. La sua famiglia era oriunda italiana per ragione del nonno che fu Guelfo d’Azzo d’Este, e divenne duca di Baviera. Il padre di Corrado, sposando Wulfide ereditò il regno di Sassonia e divenne il principe più potente di Germania. Corrado fu avviato allo stato clericale; perfezionò gli studi nell’Università di Colonia. Nel 1127, essendo morti i genitori, preferì lasciare la patria per ritornare nel monastero di Chiaravalle dei Cistercensi e si perfezionò alla scuola di S. Bernardo e il suo spirito acquistò amore a Dio e alla penitenza e al nascondimento. Era il tempo della Prima Crociata: volle andare pellegrino in Palestina. Trascorse qualche anno con l’anacoreta Guglielmo. Al ritorno fu in Puglia; per ragione della malferma salute sostò nell’Ospedale dei Crociati, poi pellegrino al Santuario di S. Michele al Gargano e al Sepolcro di S. Nicola a Bari. Avendo appreso la notizia dei rovesci politici della sua famiglia (il fratello Enrico succeduto al padre era stato sconfitto, esiliato e confiscato nei beni), Corrado decise di non tornare più all’abbazia di Chiaravalle e si fermò a Modugno in una badia benedettina. Vi si recò nel 1139 e vi dimorò fino alla morte. VIA S. CORRADO: inizia da Via Annunziata, all’altezza dei nn. 10 – 15, e termina a Via Crocifisso. Dal n. 1 al n. 41 e dal n. 2 al n. 58.

Posizione sulla mappa
E2


Civ. Titolo