Giramolfetta
 MOLFETTA - venerdì 20 settembre 2019 - Giramolfetta anche su... Facebook You Tube
Scheda indirizzo

VIA CAPITANO CARABELLESE MICHELE

CARABELLESE MICHELE
Capitano. Molfetta, 5. 12. 1891 – Ambulanza Chirurgica 4^ Armata, 6. 11. 1918. Dopo aver conseguito la licenza liceale, passò ad iscriversi alla Scuola Militare di Modena. Nel 1912, scoppiata la guerra tra l’Italia e la Turchia per la conquista della Libia, partecipò come Sottotenente. Nel 1916, scoppiò la prima guerra mondiale, Carabellese fu richiamato al Fronte di Combattimento. Nel febbraio 1916, fu promosso Capitano e destinato al 44° Reggimento Fanteria della Brigata Forlì. Decorato con una Medaglia d’Argento e tre di Bronzo con le seguenti motivazioni: Medaglia d’Argento “Accorreva di sua iniziativa a rincalzo di un nostro reparto minacciato di aggiramento, e contribuiva a liberare il reparto stesso dalla grave pressante minaccia avversaria, trascinando col suo esempio la propria compagnia fuori della trincea e guidandola con mirabile impeto a successivi assalti. Monte Lenverle, 9 – 10 giugno 1916. 1. Medaglia di Bronzo “Comandante di un battaglione in una colonna di attacco serenamente sprezzante del pericolo, fu bell’esempio a tutti di coraggio e di tenacia, ottenendo che il battaglione ai suoi ordini procedesse compatto all’assalto, sotto il fuoco violento di artiglieria avversaria. Montesanto, 25 maggio 1917. 2. Medaglia di Bronzo. “Aiutante di campo di una Brigata, in aspri combattimenti per la presa di una importante posizione, e durante la rapida avanzata sul territorio conquistato, fu abile coadiutore del Comando. Audace, energico, sprezzante del pericolo, sotto il violento tiro d’ogni specie dell’avversario, si recò più volte in prima linea, portando ordini, avvisi ed informazioni ai reparti, mantenendosi inoltre costantemente al corrente della situazione. Si era parimenti distino in altre precedenti fatti d’arme. Monte santo, 18 – 20 agosto – Conca di Gargaro, 24 – 25 agosto 1917. 3. Medaglia di Bronzo. “Pieno di coraggio, esuberante di vita e di entusiasmo, che sapeva trasfondere in quanti lo seguivano, ricacciando il nemico dalla posizioni di riva sinistra del Piave, fu primo negli assalti ed esempio di abnegazione, disprezzo del pericolo e di alto spirito militare al proprio reparto, finchè all’alba della vittoria, che aveva sempre desiderata, cadde gloriosamente”. Romanziol, 30 ottobre 1918. VIA CAPITANO CARABELLESE MICHELE 1891 – 1918 MEDAGLIA D’ARGENTO: inizia da Via Alfredo Baccarini, all’altezza dei nn. 87/A – 90, e termina a Via Gaetano Salvemini. Dal n. 1 al n. 55 e dal n. 2 al n. 46.

Posizione sulla mappa
F4
G4


Civ. Titolo